News

A Natale scegli la vacanza sostenibile

di Manuela Michelini, 10 Dic 2019

Le vacanze di Natale si avvicinano a grandi falcate ed è giusto non farsi trovare impreparati.

Per affrontare il mese di dicembre ricco di regali, festeggiamenti, viaggi, e tanto altro ancora, la parola d’ordine è sostenibilità. Anche in occasione del Natale è giusto organizzare una vacanza nel pieno rispetto dell’ambiente.

 

La pausa tanto desiderata, il desiderio di viverla con i nostri cari, non può prescindere dall’attenzione per tutta una serie di regole che hanno a cuore la salute del pianeta.

Per qualche giorno è bene accantonare i ritmi frenetici, che troppo spesso la vita quotidiana ci impone, regalandoci una vacanza all’insegna del relax.

Il Natale è un’occasione per passare del tempo con i nostri cari, attardarsi a tavola a gustare tanti manicaretti, ma è anche il momento ideale per vivere l’avventura e il viaggio a caccia di nuove esperienze.

Con l’arrivo delle festività niente di meglio che organizzare qualche giorno di vacanza in posti nuovi, per apprezzare culture e panorami inediti.

Quel che è certo è che anche in vacanza non possono mancare le scelte responsabili. Ecco allora qualche consiglio utile per le vostre vacanze di Natale sostenibili!

 

Vacanze di Natale sostenibili: i 4 consigli del team Junker App

Per essere preparati niente di meglio che seguire i consigli dispensati dagli esperti del settore.

Oggi scegliamo di concentrarci su tre tematiche grazie ai suggerimenti proposti dal team di Junker App, che ci spiega come muoversi, come mangiare e come differenziare per essere sostenibili a tutto tondo e rendere la vacanza di Natale eco-friendly.

 

Come muoversi

Per raggiungere la località scelta per la vacanza spesso è necessario intraprendere un viaggio anche piuttosto lungo. Perché il viaggio risulti sostenibile è determinante scegliere di muoversi con il mezzo di trasporto meno invasivo, ovvero utilizzando l’opzione in grado di produrre meno emissioni di CO2.

La soluzione principe, amica dell’ambiente, è sicuramente il treno.

Viaggiare con un treno regionale produce 41 g di CO2 per chilometro per passeggero contro i 170 g di una macchina (se si viaggia soli) e gli oltre 200 g dell’aereo [1].

Se la macchina rappresenta il mezzo di trasporto più adeguato per motivi logistici, è importante utilizzarla con attenzione cercando di occupare tutti i posti disponibili, seguendo la logica del car sharing.

Una volta raggiunta la destinazione non resta che muoversi in maniera sostenibile considerando  soluzioni quali la bicicletta, i mezzi pubblici, gli spostamenti a piedi compatibilmente ai tratti da compiere.

Solo così la vacanza potrà considerarsi ad emissioni zero.

Come mangiare

Se si opta per una vacanza in una località che dobbiamo scoprire niente di meglio che provare la cucina tipica, realizzata con prodotti locali.

Parliamo dei classici prodotti a chilometro zero, il cui consumo è chiaramente amico dell’ambiente perché non produce emissioni in grande quantità.

Il prodotto a chilometro zero arriva dagli orti e dalle produzioni di zona, che sbarcano nelle cucine in un batter d’occhio, coprendo distanze minime. Il chilometro zero è responsabile della produzione di emissioni nocive in piccole quantità, inoltre è sinonimo di qualità e permette di far conoscere la cultura locale.

Come differenziare

La raccolta differenziata è il fulcro dell’economia circolare ed è uno strumento utilissimo per rispettare l’ambiente.

Anche se si è in un luogo lontano da casa, e non si conoscono i dettagli di riferimento della raccolta locale dei rifiuti, è determinante apprendere le regole base per poter procedere differenziando i rifiuti.

Un valido aiuto ci arriva dalla Junker App, l’applicazione che ti dice come differenziare ogni singolo prodotto in maniera semplice, veloce e soprattutto senza commettere errori.

 

Per utilizzare l’app nella maniera corretta è sufficiente selezionare il comune in cui si sta trascorrendo la vacanza e, se iscritto a Junker, sarà possibile ottenere tutte le informazioni necessarie per una differenziata perfetta!

Come alloggiare

La scelta dell’alloggio deve mettere in primo piano una soluzione a basso impatto ambientale.

È importante scegliere strutture che utilizzano energie prodotte da fonti rinnovabili, e operano nel rispetto dell’ambiente.

Solo così si potrà rendere la vacanza davvero sostenibile.

Per conoscere da vicino le proposte sostenibili in tema di accoglienza può essere utile frequentare la community di EcoBnb, che ci aiuta a scoprire un turismo rispettoso dell’ambiente, dell’economia e delle comunità locali.

 

[1] BBC News, https://www.bbc.com/news/science-environment-49349566, 24.08.2019

NOTIZIE CORRELATE

News

Riusa, ricicla e differenzia: partita la campagna social #ricicloincasa

di Manuela Michelini, 24 Mar 2020

Un obbligo come quello che ci impone di restare a casa può essere l’occasione per aguzzare l’ingegno scegliendo di riusare e riciclare i rifiuti nella maniera più creativa possibile. È questo l’input lanciato dalla campagna social #ricicloincasa, proposta dal ministero

News

Coronavirus, tutto quello che sta succedendo sui social

di Fabio Tilocca, 20 Mar 2020

Come ogni settimana torniamo con la nostra rassegna social e, come da un po’ di settimane, parleremo di un unico argomento: il coronavirus e come ha cambiato le nostre vite.   Eh sì, reclusi in casa si tende a mangiare

News

3 attività green da fare in casa ai tempi del Coronavirus

di Manuela Michelini, 17 Mar 2020

Con il progetto Ecco (Economie Circolari di Comunità) Legambiente promuove l’economia circolare anche da casa. In tempi di Coronavirus, tenendo fede all’hashtag #iorestoacasa, la proposta dell’associazione ambientalista ruota attorno a tre attività ‘circolari’ che fanno bene al Pianeta e si