News

Una anno di Raggi e Roma è alla frutta

di Carmine Fotia, 19 Giu 2017

Oggi Virginia Raggi compie un anno da sindaca. Ma a festeggiare sarà solo lei, l’avvocata formata dagli studi legali di  Previti e Sammarco, dioscuri della destra romana; la donna scelta da Grillo e Casaleggio per rappresentare la cavalcata vincente del grillismo di governo in odio al dumvirato “scaciato” Lombardi-Taverna e che invece sta trascinando in basso la credibilità del movimento. Non festeggiano i romani, il 70% dei quali (secondo l’ultimo sondaggio pubblicato da Repubblica) esprime un giudizio negativo sul suo operato.

75 delibere per assumere personale esterno

Leggiamo cosa scrive su La Stampa Alessandro Barbera circa l’attività svolta in quest’anno dalla giunta Raggi: “Partiamo dalle ordinanze del sindaco: su 227 atti ben 149 hanno a che fare con nomine, revoche o deroghe assegnate ad assessori o dirigenti. Stessa cosa è avvenuta in giunta: su 258 delibere, 75 – più di un terzo – riguardano l’assunzione di personale esterno.

La Raggi ha passato gran parte del tempo da sindaco a occuparsi di poltrone: la sua giunta ha messo a contratto 102 collaboratori esterni, dodici in più di quelli nominati da Ignazio Marino, quindici in più dell’era Alemanno. In un anno sono cambiati il vicesindaco, l’assessore all’ambiente, quello all’urbanistica, due volte il titolare del bilancio. Solo all’Ama si sono avvicendati quattro amministratori delegati e due direttori generali”.

La vicenda Ama

Ama significa raccolta dei rifiuti, il cui smaltimento costa a Roma quattro volte più che a Milano, la raccolta differenziata è scesa al 42%,  e scende rispetto ai dati della giunta Marino.

Calano gli investimenti per la creazione degli ecodistretti e l’acquisto di mezzi. Rispetto ai piani del Dg dell’era Marino, Daniele Fortini, che prevedeva entro il 2021 di far salire all’80% la quantità di rifiuti trattati direttamente da Ama, scrive Barbera, “il piano industriale approvato ha abbassato quella stima al 29%.

Non solo: secondo quanto raccontano fonti interne all’azienda, starebbe aumentando anche il numero di appalti affidati a trattativa diretta invece che con regolare gara”. Niente male per una sindaca eletta all’insegna dell’onestà e della trasparenza. In compenso, come racconta ancora Barbera, attorno all’abitazione della Sindaca è tutto lindo e pinto.

Il degrado della capitale

Potremmo continuare all’infinito: sul suo principale collaboratore, Raffaele Marra, finito agli arresti domiciliari; sullo stadio della Roma il cui progetto i grillini sono riusciti a peggiorare, riducendo gli investimenti che nel vecchio piano approvato dalla giunta Marino sarebbero stati destinati a opere pubbliche; sul blocco del completamento della linea C della metropolitana, mentre si immaginano inutili, grottesche e costosissime funivie; sul fatto che tra le delibere approvate ve ne sia una che salva il business della famiglia Tredicine, monopolista dei camion bar, da sempre legata alla destra romana che, con una titanica battaglia, la giunta Marino aveva espulso dal centro storico; sulla circostanza che il piano per la riduzione delle aziende partecipate dal comune abbia finora prodotto solo una consulenza da 240.000 euro l’anno.

La città si avvita in un degrado civile che sembra inarrestabile.  Una città depressa e incattivita che Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera racconta così: “In questi giorni, nelle ore diurne la capitale è sovraffollata e caotica. Con il buio il centro si svuota. Qualche sera fa ho fatto una lunga passeggiata tra le 11 e mezzanotte, da Prati a Piazza di Spagna. I ristoranti e i bar lungo il Tevere, di solito affollati erano deserti. Ovunque un odore insopportabile di orina…giganteschi gabbiani squarciavano a beccate i sacchi dell’immondizia accatastati da giorni…due giovani di colore, con bottiglie di birra in mano, sbarravano il passo per chiedere soldi (sono considerato razzista se lo scrivo?). In piazza del Pantheon c’erano solo i venditori di dischi fosforescenti”.

Un noir fantapolitico simile alla realtà di oggi

Sembra la città che raccontavo quasi dieci anni fa, in un noir fantapolitico, Italianera. Raccontavo una Roma in pieno disfacimento, una Roma che somigliava molto alla città di Blade Runner: grigia, bagnata da una pioggia incessante, sfatta: quasi un non-luogo dove ogni identità si disperdeva in una modernità liquida.

Le Periferie degradate, abbandonate dalla sinistra erano il terreno su cui cresceva una protesta estrema, che s’indirizzava in particolare contro i Rom. In questo scenario si muovevano personaggi ispirati a politici reali maschere impotenti dinnanzi all’avanzata vincente della destra neonazista, incarnata da una donna bellissima e affascinante, una boxeur, ambiziosa  e spietata arrampicatrice, che diventava sindaco della città sconfiggendo la sinistra e la destra moderata.

Una svolta anti immigrati

Chiedo perdono per il narcisistico gusto dell’autocitazione ma il personaggio della sindaca, che era totalmente inventato, sembra oggi incarnarsi nell’attuale sindaca (a parte la boxe per la quale non mi pare avere il fisico). Ho fatto questa citazione perché sono convinto che la svolta anti immigrati di Virginia Raggi non sia maturata oggi, ma affondi le sue radici in un mefitico umore di destra che non per caso oggi sfrutta le stesse parole d’ordine e muova gli stessi sentimenti cui si rivolse Gianni Alemanno nel 2008.

Solo che io immaginavo una distopia onirica, mentre oggi questa mi pare la triste realtà che viviamo noi romani.

Non mi resta che concludere con la citazione di una scrittrice americana, che fu segretaria di Jackie Kennedy, Letitia Baldrige: “A Roma, le persone sembrano amare con più entusiasmo, uccidere con più fantasia, sottomettersi ai bisogni creatori più spesso, e perdere il senso della logica più facilmente che altrove”.

 

NOTIZIE CORRELATE

News

Cos’è BAT crypto, come funziona e come usare il browser Brave

9 Mag 2022

Basic Attention Token (BAT) è la crypto ufficiale di Brave, un browser open-source progettato appositamente per massimizzare la tutela della privacy degli utenti. Brave, basato sul progetto Chromium, sta diventando sempre più popolare tra gli utenti e tra gli inserzionisti

News

Cofanetti di attività per divertirsi durante le vacanze

21 Apr 2022

La parola vacanza non significa solo relax infinito sdraiato sulla sabbia a prendere il sole: se si guardano le nuove tendenze, si noterà facilmente che sempre più persone sono alla ricerca di esperienze adrenaliniche, che vogliono passare parte del loro

News

Una gita a Napoli: cosa fare durante un viaggio nella città del Sole

18 Feb 2022

Una terra ricca di sapori e vitalità: è la bella Napoli, che ospita i suoi abitanti ma anche molti turisti per soggiorni di varia lunghezza. Trascorrete giornate tra le tradizioni e la cultura partenopea che vi catturerà tra i vicoli