News

TooRNA, web app per bambini ecologici

18 Ott 2018

E’ dedicata al riciclo TooRNA, la web app nata con l’intento di scambiare giochi, abiti e tutto ciò che può essere utile ai più piccoli e alle mamme in attesa di un bimbo.

Pensata per dare una seconda vita alle cose l’applicazione vanta uno slogan efficace “di nuovo è meglio che nuovo”.

 

Completamente gratuita, assolutamente unica ed innovativa nel suo genere, TooRNA è stata realizzata per fornire un interessante supporto alle famiglie, pensata essenzialmente per garantire lo scambio di oggetti ed indumenti per le future mamme ed i bimbi in età compresa fra 0 e 12 anni.

A fruirne sono i genitori che amano l’idea di poter far circolare gratuitamente oggetti ed abiti che potranno vestire ed utilizzare i più piccoli, ma anche tutta una serie di indumenti ed accessori prémaman.

 

La web app TooRNA è stata realizzata dall’associazione tRiciclo – Bimbi a Basso Impatto con il contributo del Comune di Genova e di Open Genova, al fine di incentivare il riuso di vestiti ed oggetti per la maternità e l’infanzia, in perfetta linea con le finalità dell’associazione.

Allo sviluppo tecnico della app, che è online da poche settimane, hanno lavorato alacremente gli esperti di DOT NEXT.

 

TooRNA punta dritta verso la promozione dei consumi sostenibili, perché di fatto prolunga il ciclo di vita di tanti oggetti, regalando loro una seconda vita. Ma in realtà consente anche di diminuire la mole di rifiuti che finiscono in discarica.

Interessante anche l’aspetto sociale, che vede la app studiata ad arte per promuovere la nascita di reti di solidarietà e nuove relazioni tra le persone.

 

Un baratto in chiave moderna

TooRNA favorisce quello che si può definire senza ombre di dubbio un ‘baratto in chiave moderna’.

A spingere verso questa nuova formula sono i dettami che regolano la cosiddetta economia circolare, improntata sulla dismissione virtuosa degli oggetti che ciascuno di noi non usa più.

Nel caso specifico si tratta di oggetti dedicati a mamme e bimbi, che entreranno nelle abitazioni di altre persone per avviare un nuovo ciclo di utilizzo.

Si tratta di un’operazione volta al risparmio ma voluta soprattutto per limitare la produzione di rifiuti solidi.

Una volta avviato lo scambio sulla piattaforma, per condividere gli oggetti e gli abiti risulta estremamente utile poter sfruttare i numerosi punti ToornaQui, ovvero gli spazi messi a disposizione dagli esercizi commerciali e dalle associazioni che supportano il progetto.

L’applicazione è il frutto di un’esperienza di “sviluppo partecipato”, grazie all’impegno e al contributo messo in campo dai volontari di tRiciclo Bimbi a Basso Impatto.

 

La app frutto di un’idea di tRiciclo – Bimbi a Basso Impatto

A realizzare la app il team di tRiciclo – Bimbi a Basso Impatto, associazione di volontari nata dalla passione di un gruppo di genitori genovesi, che ha deciso di crescere i loro bimbi all’insegna della sostenibilità ambientale.

Dal 2016 ad oggi tRiciclo si è occupata costantemente della promozione di comportamenti virtuosi a salvaguardia dell’ambiente e per un consumo sostenibile volto alla riduzione e alla corretta gestione dei rifiuti.

Quello messo a punto da tRiciclo – Bimbi a Basso Impatto è un lavoro attento, che considera “grandi idee e piccole azioni per dare un segnale forte e costruire, passo dopo passo, un mondo più pulito dove vivere responsabilmente – come tengono a sottolineare -“.

 

Gli obiettivi di tRiciclo – Bimbi a Basso Impatto

Quattro gli obiettivi che l’associazione si è prefissa, nel dettaglio:

. promuovere la cultura ambientale nelle famiglie;

. ridurre i rifiuti legati alla crescita dei bimbi;

. sostenere il riuso degli oggetti per maternità e infanzia;

. stimolare l’attività delle istituzioni.

 

Fra le iniziative portate avanti dall’associazione troviamo:

. pannolini “VERDI”: acquisto di pannolini usa e getta a basso impatto ambientale e promozione di pannolini lavabili.

. GOODsCROSSING NETWORK la rete di scambi gratuiti per favorire il riuso di oggetti e abbigliamento per l’infanzia dalla quale è nata la web app;

. un percorso con le istituzioni per sperimentare e sensibilizzare proposte progettuali.

 

NOTIZIE CORRELATE

News

Lorella Cuccarini vs Heather Parisi, Lele Mora derubato: l’ironia web

di Fabio Tilocca, 18 Gen 2019

Il web è un mondo che si lascia incuriosire dalle cose più strane, e noi lo seguiamo: Lorella Cuccarini in questi giorni ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno fatto molto discutere.   La Cuccarini ha parlato di politica, difendendo la

News

Clima e rifiuti: i buoni propositi degli italiani per il 2019

di Manuela Michelini, 17 Gen 2019

Una recente indagine della BEI, la Banca europea per gli investimenti, rivela i buoni propositi degli italiani in ambito climatico per il 2019. I nostri connazionali riguardo alle iniziative a favore del clima puntano su scelte quali la volontà di

News

Una storia di buona sanità

di Paola Alunni, 22 Dic 2018

Non solo malasanità. Questa è una storia di buona sanità, perché se è vero che fa più rumore un albero che cade, stavolta proviamo a descrivere la foresta che cresce. Perché la differenza non la fanno i mezzi ma le