Rassegna Social

Salvini, la Nutella, la tassazione ai no profit e i cori razzisti contro Koulibaly: ironia social

di Fabio Tilocca, 28 Dic 2018

Ehi, in questo lasso di tempo definito “vacanze di Natale”, praticamente quello che va dalla vigilia di Natale fino alla sera della Befana, riuscite a staccare gli occhi dal piatto (che sia per mangiare ciò che c’è dentro o che sia pel lavarlo!) e dedicare 5 minuti a questa rassegna social?

 

Nonostante il periodo, in un modo o nell’altro a farla da padrone sul web è sempre lui, Salvini! Da solo, postando foto in cui mangia Nutella mentre in Italia succedono cose drammatiche.

 

Cose drammatiche come queste.

 

Chissà in cosa evolverà tutto questo.

 

Ma Salvini si fa valere anche difendendo i principi dei suoi amici del M5S.

 

Non si placano infatti le polemiche sulla Manovra del Popolo. Chissà come mai.

 

D’altronde, se all’interno della Manovra viene raddoppiata la tassazione sui no profit è normale che si faccia notare che non si possono racimolare soldi rastrellando chi già è in difficoltà. Ma Laura Castelli, sempre lei, interviene in difesa del provvedimento.

 

Ricordiamo che la Castelli è stata capace di diverse prodezze negli ultimi mesi, dal celeberrimo “Lo dice lei” all’altrettanto notevole tentativo di sostenere di sapere dove venivano stampate le tessere del reddito di cittadinanza, in evidente imbarazzo.

 

Torniamo al Ministro dell’Interno, che interviene dopo i disordini, i cori razzisti e le violenze di questa giornata di Serie A.

 

Che si tratti di un summit per decidere il tema del prossimo selfie?

 

Durante Inter-Napoli, alcuni tifosi interisti (e ci sentiamo in dovere di evidenziare “alcuni”, a prescindere da quanti fossero, perché non ci piace generalizzare e mischiare un’intera tifoseria che segue la propria squadra del cuore con un gruppo di razzisti) hanno, per tutta la partita, sottolineato con cori razzisti la presenza in campo di Koulibaly.

 

È stato lo stesso difensore senegalese del Napoli, con un post al termine della partita, a sottolineare come siano ingiuste le discriminazioni basate sulle diversità.

 

È davvero sorprendente che ancora, e siamo quasi nel 2019, accadano certe cose sui campi di calcio.

 

Forse un modo per risolvere il problema delle curve negli stadi c’è. Ed è più facile di quanto sembri.

 

Ma parliamo di calcio giocato: nonostante il pareggio della Juventus in casa dell’Atalanta per 2-2 (con doppietta di Zapata, autorete di Djimsiti e sigillo finale di Cristiano Ronaldo), il Napoli non riesce ad approfittare per accorciare le distanze e, anzi, si allontana, sconfitto a Milano dall’Inter per 1-0, con rete di Lautaro Martinez.

 

Milan e Frosinone pareggiano. C’è grossa delusione.

 

La Roma batte il Sassuolo per 3 a 1, grazie anche ad una rete (finalmente) di Schick!

 

Ok, ora potete tornare a cucinare, mangiare e lavare piatti, la nostra rassegna social è terminata!

NOTIZIE CORRELATE

Rassegna Social

Greta Thunberg, Friday For Future e il riscaldamento globale: la rassegna social

di Fabio Tilocca, 18 Mar 2019

Bentornati alla nostra rassegna social: oggi parleremo principalmente di Greta Thunberg, riscaldamento globale e di clima.   Perché è importante che le temperature non si alzino? Qualcuno riesce a trovare motivi più profondi di quelli che pensiamo.   Venerdì migliaia di giovani

Rassegna Social

Le dichiarazioni di Tajani, Rita Pavone e l’Inter fuori dall’Europa: ironia web

di Fabio Tilocca, 15 Mar 2019

Apriamo la nostra rassegna social di oggi con le dichiarazioni di Tajani.   Qualcuno fa notare che dire che Mussolini ha fatto anche cose buone è un po’ come sostenere:   Organizzare la comunicazione politica è sicuramente un duro lavoro.

Rassegna Social

Al Bano e l’Ucraina, la torta per il ponte di Genova, i Navigator e l’impresa della Juve contro l’Atletico: ironia web

13 Mar 2019

Apriamo la rassegna social di oggi con la notizia sicuramente più rilevante da un punto di vista internazionale.   L’Ucraina ha inserito Al Bano nella black list.   E noi qui come abbiamo reagito?   Intanto la notizia è giunta