Italia al Lavoro

Ristrutturazioni casa: quale colore per le pareti

10 Feb 2020

In questa breve guida si andrà ad esaminare tutto quello che c’è da sapere sulla scelta del colore per le pareti di casa nelle ristrutturazioni di casa.  I pregi ed i difetti delle diverse tonalità e quali le tinte più gettonate per ogni tipologia di stanza.

 

Ristrutturazioni: i colori più scelti per gli interni della casa

Quando si scelgono delle ristrutturazioni chiavi in mano a Bolzano, ma anche in altri luoghi d’Italia, il colore più scelto sembra essere il giallo. Anche se, spesso, il colore scelto per tinteggiare le pareti interne di una casa dipende molto dal tipo di ambiente e dalla sua funzione.

Per le camere da letto e le cucine sono il bianco ed il giallo a primeggiare, mentre per il salotto il giallo è il re delle colorazioni contemporanee.

Per le camerette dei bambini, invece, si continua scegliendo la tradizione: rosa per le bambine e celeste o blu per i maschietti.

 

Quali elementi vanno considerati nella scelta del colore

Se, dopo una ristrutturazione, si vuole cambiare la tonalità delle pareti, bisognerà tenere conto di alcuni elementi determinanti:

 

  • le preferenze personali
  • il tipo ed il colore della pavimentazione
  • la luminosità degli ambienti
  • i mobili
  • l’effetto dei colori sulla psicologia.

Tenendo sempre presente questi elementi sarà possibile scegliere le migliori combinazioni di colore per ogni stanza che si intende tinteggiare.

 

Un esempio concreto di scelta di colore per gli ambienti

Per questo esempio andremo a considerare il colore verde con tutte le sue gradazioni. Secondo la cromoterapia questo colore è quello che rappresenta la natura, la calma, la rigenerazione e l’armonia.

Il verde è un colore che viene spesso scelto in luoghi dove si vuole infondere calma e quiete, non a caso lo si trova spesso nelle Spa e negli uffici.

Per abbinare il verde e le sue gradazioni c’è da sapere che i colori che gli si accostano meglio sono il viola, il bianco, il grigio, il giallo, l’ocra, la terra bruciata e l’avorio.

È comunque opportuno valutare anche l’ambiente dove si sceglie questo colore per valutare anche i materiali e gli eventuali effetti a livello di texture.

Per fare un esempio pratico potremmo pensare al bagno o alla cucina dove il verde sposa alla perfezione il legno. Del resto, se ci si pensa, anche in natura è così. Per dare un effetto più luminoso alle superfici in legno, ma anche per renderle più durevoli nel tempo e semplici da pulire, lo si può laccare.

Concludendo si potrebbe dire che con ogni tonalità che si sceglie, le scelte dovrebbero seguire quella dell’esempio appena visto relativamente al colore verde.

 

NOTIZIE CORRELATE

Italia al Lavoro

Quale formazione fare dopo la laurea?

25 Ago 2020

La specializzazione professionale è una vera e propria esigenza dell’attuale mercato del lavoro, a prescindere dal settore. Le richieste di professionalità sono diventate davvero selettive e spesso la sola formazione universitaria non è sufficiente. Ad accentuare questa situazione troviamo sicuramente

Italia al Lavoro

Euromobility: i dati sullo smartworking in Italia

di Manuela Michelini, 30 Lug 2020

Fra i contenuti del Decreto Agosto, che intende fornire il giusto impulso alla macchina produttiva del Paese, troviamo la proroga delle procedure semplificate per lo smart working. A confermarlo è il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri che ha

Italia al Lavoro

Sanificazione ambientale: l’aiuto delle tecnologie

17 Apr 2020

Vivere in un ambiente sano e sicuro, dove non stazionano germi e batteri, è una necessità fondamentale per godere di buona salute. Oggi la ricerca di questa condizione è resa ancor più ferrea dal livello raggiunto dalla pandemia da Coronavirus.