News

Premio Strega: rivoluzione a sorpresa

di Simone Bacci, 16 Giu 2017

In oltre settant’anni di storia il Premio Strega non aveva mai riservato grandi sorprese, quest’anno però, arrivati alla numero 71, l’eccezione c’è stata e si chiama Paolo Cognetti. Lo scrittore – milanese, classe ’78 – con il suo romanzo Le otto montagne (Einaudi) aveva già vinto il Premio Strega Giovani, ottenendo 58 preferenze dalla giuria composta da 374 giovani studenti.

La cinquina

A fare eccezione però è stato il risultato del rituale scrutinio per selezionare la cinquina dei finalisti del Premio, svoltosi a Casa Bellonci a Roma: a grande sorpresa è stato sempre Paolo Cognetti a classificarsi primo, con ben 281 voti su 660 votanti. Cognetti ha conquistato il primo posto con circa 100 voti di scarto dalla favorita Teresa Ciabatti. La scrittrice toscana, con il libro La più amata, (Mondadori) era data per favorita dalle voci di corridoio e adesso si trova seconda, con 177 preferenze.

Il vantaggio netto di Cognetti non lo mette al sicuro, ma lo colloca in una posizione piuttosto difficile da scalzare, specie se considerati i 100 voti di distanza dalla Ciabatti. Sempre nella cinquina dei primi autori del Premio Strega, con 175 voti troviamo al terzo posto Wanda Marasco, con La compagnia delle anime finte (Neri Pozza); al quarto, con 160 voti, Alberto Rollo con Un’educazione milanese (Manni); al quinto posto con 158 voti, Matteo Nucci con È giusto obbedire alla notte (Ponte alle Grazie, gruppo Gems). La prima esclusa dalla rosa dei cinque autori è Chiara Marchelli, che con Le notti blu(Perrone) si è fermata a 125 preferenze.

Le preferenze sono state date con un nuovo sistema di voto, introdotto dal Presidente della Fondazione Bellonci, Giovanni Solimine, con l’intento di arginare, almeno in parte, lo strapotere delle grandi manovre editoriali. Il verdetto però è provvisorio, l’appuntamento per la finale è per il 6 luglio nella cornice di Villa Giulia.

NOTIZIE CORRELATE

News

Film e serie Tv da vedere nelle migliori piattaforme streaming

29 Ott 2020

La tv resta, ancora oggi, il più diffuso strumento di intrattenimento in tutto il mondo. Questo perché, la televisione è un mezzo di comunicazione che ha saputo evolversi nel tempo, adattandosi di volta in volta alle nuove tecnologie, alla società e quindi

News

Il mouse: una valutazione tra modelli ed esigenze

15 Ott 2020

Considerandolo un ausilio relativamente semplice si è fuori strada. Il mouse, infatti, oltre ad essere una periferica irrinunciabile, per l’utilizzo di una qualsiasi tipologia di computer, offre un supporto e tutta una serie di funzioni innovative, che agevolano il lavoro

News

Storia dell’impatto di Saturno nella nostra vita

12 Ott 2020

Molto spesso legato alle previsioni astrologiche e a quelle dell’oroscopo la posizione di Saturno come quella di altri pianeti può influire sulle particolari condizioni di un segno rispetto ad un altro. La mitologia di Saturno alla base dell’espressione Tuttavia il