News

Posizionamento SEO su Google: ecco cosa sapere

9 Lug 2021

Il motore di ricerca Google è il più utilizzato nel mondo: il colosso statunitense ha stimato un trend di crescita che prevede come entro il 2021, il 50% degli utenti internet utilizzeranno questo strumento per effettuare le loro ricerche. Un altro elemento di interesse è che sono aumentate le ricerche tramite dispositivi mobile superando le ricerche su desktop.

I numeri raccontano, dunque, l’importanza per un’azienda di riuscire a ottenere una visibilità sui risultati di ricerca, preferibilmente tramite un cosiddetto posizionamento organico, comparendo tra le prime posizioni della SERP (Search Engine Result Page) che è sinonimo di incremento delle opportunità di trovare clienti potenziali per il proprio prodotto o servizio.

Eskimoz potrebbe essere la soluzione, un team di esperti che aiuta a individuare i punti di debolezza per trasformarli in punti di forza ed esperti nel posizionamento naturale nei risultati dei motori di ricerca.

Ma prima di consultare il sito web Eskimoz, forse è bene fare chiarezza su cosa significa posizionarsi sui motori di ricerca e cosa occorre fare per “piacere” a Google. Ecco una guida utile per capire da che parte cominciare!

Il posizionamento su Google: i fattori che influiscono

Cosa comporta e cosa influisce il risultato di ricerca? Come si fa a comparire tra le prime pagine dei motori di ricerca? I fattori che influiscono il posizionamento sono molteplici, ma ciò che è più importante è monitorare e analizzare i cambiamenti di algoritmo dei motori di ricerca. In particolare Google utilizza specifiche “formule” algoritmiche per selezionare i siti web da far comparire nei

risultati di ricerca in base alle “query”, ovvero le richieste e le parole chiave utilizzate dagli utenti nelle loro ricerche. Google, in particolare, effettua centinaia di aggiornamenti l’anno: alcuni sono minimali, impercettibili e quasi ininfluenti ai fini dei risultati, altri aggiornamenti sono, invece, molto più importanti e influiscono anche sulle strutture stesse dei siti e dei loro contenuti.

Gli aggiornamenti “rivoluzionari” vengono ufficialmente annunciati affinché i realizzatori di siti web e gli esperti SEO possano aiutare i clienti ad adeguare i propri siti ed evitare di incorrere nelle penalizzazioni dei siti che non soddisfano i requisiti richiesti, né rispondono alle richieste degli utenti.

Gli aggiornamenti servono per classificare meglio le pagine web ed effettuare il posizionamento. Gli algoritmi di Google sono elaborati in modo tale da vagliare milioni di pagine web al secondo e attribuire un punteggio a ciascuna, posizionandole in base alla loro attinenza con le keyword (parole chiave) che le attivano. Studiare i comportamenti del sistema è il primo modo per capire come posizionarsi, gli altri fattori che influenzano il posizionamento nella SERP sono:

  • L’uso delle keyword, ovvero le parole chiave che attivano la ricerca e che devono essere scelte coerentemente con il tema dominante del proprio sito o prodotto o servizio e che deve essere contenuta in modo coerente e non forzato all’interno di una pagina web. Una keyword utilizzata in modo “innaturale” viene individuata e penalizzata dal motore di ricerca;
  • Velocità di caricamento di un sito: un sito leggero e facile da caricare è preferito nel posizionamento, ciò è possibile con l’uso di immagini e di una struttura del sito leggeri;
  • Facilità di navigazione: un sito intuitivo e dall’ottima esperienza di navigazione per l’utente è un vantaggio ai fini del posizionamento;
  • Link building: i link che “suggeriscono” e indirizzano le visite degli utenti su un altro sito da “promuovere” devono essere autentici, coerenti, non forzati, né invasivi né disturbanti o distraenti rispetto alla navigazione;
  • Pubblicità e banner: la pubblicità e i banner sono fastidiosi per i lettori, pertanto la pubblicità non deve essere invasiva e disturbante;
  • Contenuti utili, autentici e coerenti;
  • Protocolli di sicurezza che permettono al motore di ricerca di individuare un sito con navigazione sicura (https piuttosto che http, per esempio);
  • Sito navigabile anche su dispositivi mobili: la navigazione si effettua sempre più spesso con gli smartphone e i tablet. È importante ottimizzare un sito in modo che sia visualizzato correttamente anche sui dispositivi mobili; Uso di immagini coerenti con i contenuti, leggere da cariche, complete negli attributi di riconoscimento ai fini del posizionamento in SERP.

Cos’è l’algoritmo Google Hummingbird

Un algoritmo è un procedimento di calcolo e valutazione in grado di analizzare milioni di pagine web e che in maniera quasi

istantanea posiziona e fa comparire i risultati migliori e ritenuti più pertinenti rispetto alla parola ricercata dall’utente. Gli algoritmi di Google prendono in considerazione oltre 200 fattori che servono al calcolo del posizionamento, oltre a quelli già citati nel paragrafo precedente, influiscono anche la zona geografica, l’età del dominio, la lunghezza del testo, la quantità e qualità dei link in entrata e in uscita, la formulazione grammaticale corretta di un contenuto digitale.

Il più noto algoritmo Google – costantemente aggiornato – è Hummingbird (colibrì). Uno degli aggiornamenti più pesanti di questo algoritmo ha interessato, per esempio nel 2018, le pagine web che trattano argomenti sensibili relativi la salute, lo stato di benessere e i consigli finanziari, per cui i motori di ricerca richiedono alti livelli di competenza e autorevolezza.

Cosa serve fare per “compiacere” l’algoritmo di Google?

Le azioni consigliate sono sempre le stesse alla base delle best practice SEO:

  • Contenuti autentici;
  • No alla scarsa qualità, ai contenuti interrotti da banner pubblicitari e a immagini a bassa definizione; Qualità dei link;
  • Uso coerente delle keyword;
  • Correzione di tutti gli errori individuati sia in back office che in front office.

NOTIZIE CORRELATE

News

Quale l’alimentazione corretta per il cane

4 Ago 2021

L’alimentazione del proprio cane va gestita esattamente come la nostra, è importante dunque scegliere correttamente i croccantini per cani più adatti al proprio animale. Un’alimentazione sbagliata determina un malessere generalizzato che sconvolge la sua intera fisiologia, rendendo visibili i danni

News

Come illuminare la casa con oggetti di design

4 Ago 2021

Specializzato nella vendita online di illuminazione, complementi d’arredo e oggettistica Agof Store è la soluzione perfetta per garantirsi oggetti dallo stile ineguagliabile e dal design ricercato. Brand di riferimento di Agof Luce, Agof Store nasce nel 2011 ed è la

News

Sigarette elettroniche vs sigarette tradizionali

28 Giu 2021

Le sigarette elettroniche sono spesso al centro di numerose discussioni tra gli esperti del settore, perché è importante comprendere se questo accessorio, con i rispettivi liquidi per svapare, sia in grado di creare danni alla salute. Le opinioni sono contrastanti