News

Manovra 2020: le misure approvate dal Consiglio dei Ministri

16 Ott 2019

Lavoro, ambiente, investimenti, famiglia e disabilità: il Consiglio dei Ministri la scorsa notte ha approvato la Manovra 2020. Due i provvedimenti che la compongono: il decreto-legge contenente disposizioni urgenti in materia fiscale e il disegno di legge sul Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e il bilancio pluriennale 2020-22. Il Documento Programmatico di Bilancio sarà trasmetto a stretto giro alla Commissione europea.

 

I contenuti della manovra economica 2020

Detrazioni fiscali e bonus fiscali per chi utilizza carte di credito, riduzione del cuneo fiscale e lotta all’evasione. Ecco i punti principali della manovra economica.

  • Stop al contante – Nell’ambito della lotta al sommerso, verranno incentivati i pagamenti con carte elettroniche; previsti super bonus a partire dal 2021 per chi effettua spese con modalità di pagamento tracciabili. Previste anche sanzioni per chi non accetta carte di credito e bancomat.
  • Sostegno alle Famiglie – Finanziate iniziative a sostegno della famiglia con un piano specifico di misure per la razionalizzazione e la semplificazione.
  • Diritto alla Salute – Prevista la cancellazione del superticket sanitario a partire da giugno 2020; contemporaneamente ci sarà un incremento delle risorse per il Sistema Sanitario Nazionale nel prossimo triennio.
  • Sistema Previdenziale – Non sarà cancellata quota 100: resterà la possibilità per le lavoratrici pubbliche e private di andare in pensione anticipata anche nel 2020 (Opzione donna). Confermata l’esenzione dal canone Rai per gli anziani a basso reddito.
  • Welfare – Previste politiche di sostegno alle persone diversamente abili con risorse stanziate ad hoc. Verranno anche stanziati tre distinti fondi: uno per il diritto al lavoro, uno per l’assistenza e uno per le esigenze di mobilità.
  • Ambiente – Verrà istituito un fondo per finanziare gli investimenti dello Stato e degli enti territoriali a favore dell’ambiente e uno per la realizzazione di investimenti privati sempre a sostegno del green new deal. A questi si aggiungeranno contributi e incentivi.
    Prorogate le detrazioni per la riqualificazione energetica, per gli impianti di micro-cogenerazione e per le ristrutturazioni edilizie, acquisto mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata a seguito di ristrutturazione. Per il 2020 ci sarà anche una detrazione per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici con il cosiddetto “bonus Facciate”
  • Mezzogiorno – Imprese, infrastrutture e risparmio energetico: verranno destinate risorse a sostegno di interventi nelle regioni del Mezzogiorno per finanziare i tre settori.
  • Imprese – Prosegue il finanziamento al programma “Industria 4.0” a sostegno degli investimenti privati per il rinnovo dei sistemi produttivi, compreso il Fondo centrale per le piccole e medie imprese. Finanziati anche il super ammortamento per beni tecnologici, software ed economia circolare, la legge Sabatini e il credito di imposta per la Formazione 4.0.
  • Contratti Pubblici – sono ampliati gli stanziamenti per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego per il triennio 2019-2021.
  • IVA 2020 – Sterilizzato l’aumento dell’IVA per il 2020.
  • Cuneo Fiscale – Dal 2020 verrà ridotto il cuneo fiscale a carico dei lavoratori, con una diminuzione strutturale della pressione fiscale sul lavoro con una riforma complessiva del regime Irpef per i lavoratori dipendenti.
  • Lotta all’evasione – Verranno attuate politiche di contrasto all’evasione e alle frodi fiscali; inasprimento delle pene per i grandi evasori e introduzione di misure per il contrasto dell’illecita somministrazione di manodopera con aggiramento della normativa contrattuale in materia di appalti da parte di cooperative o imprese fittizie. Rafforzate le misure contro le frodi nel settore carburanti. Rafforzata l’azione di contrasto all’evasione e all’illegalità nel settore dei giochi, con l’istituzione del registro unico degli operatori del gioco pubblico. Previsto anche il blocco dei pagamenti per chi opera senza concessione dall’estero.

 

La manovra 2020 e i vincoli Ue

Già oggi il premier Giuseppe Conte invierà la manovra 2020 alla Commissione europea mentre nei prossimi giorni sarà trasmessa alle Camere. Il Documento Programmatico di Bilancio dovrebbe essere presentato ogni anno entro il 15 ottobre alla Commissione europea riportando l’obiettivo di saldo di bilancio per le amministrazioni pubbliche, le proiezioni delle entrate e della spesa a politiche invariate delle stesse amministrazioni, obiettivi di entrate e uscite compresi criteri e obiettivi.

Entro il 30 novembre, la Commissione Ue dovrà esprimere il suo parere sul documento italiano, che dovrà conseguentemente fare i dovuti aggiustamenti per poter approvare la legge entro il 31 dicembre.

Sulla manovra economica, i Paesi europei sono tenuti a rispettare i parametri di Maastricht stabiliti nel 1992 e ribaditi dal Patto di Stabilità del 1997 che sono:

  • Rapporto deficit/Pil pari al 3%
  • Rapporto debito/Pil entro il 60%.

Nel 2013, in seguito alla crisi economica, è stato approvato il Fiscal Compact, ossia il trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell’Unione economica e monetaria, con l’obiettivo di rinforzare la politica di bilancio e controllare i conti pubblici ma soprattutto per contenere l’indebitamento dei paesi più critici.

Il Fiscal Compact ha inserito l’obbligo dell’equilibrio di bilancio prevedendo un deficit strutturale massimo dello 0,5% del Pil e un rapporto tra deficit e Pil non superiore al 3%.

Inserito anche l’obbligo per i paesi con un debito superiore al 60% di ridurlo con un andamento di 1/20 ogni anno.

Previsto anche un meccanismo di correzione in caso di deviazioni dell’obiettivo di bilancio.

In Italia il Fiscal Compact è stato introdotto con la legge costituzionale 1/2012.

NOTIZIE CORRELATE

News

Seggiolino anti abbandono, Ilva, Liliana Segre sotto scorta, Balotelli a Verona: la rassegna web

di Fabio Tilocca, 8 Nov 2019

Eccoci nuovamente qui con la nostra rassegna social. Oggi parliamo della legge che rende obbligatorio l’uso del seggiolino anti abbandono nelle auto.   I seggiolini anti abbandono sono utili. Ma un po’ del nostro impegno ce lo dobbiamo mettere comunque.

News

La pausa caffè si fa sempre più green

di Manuela Michelini, 8 Nov 2019

La pausa caffè promette di essere sempre più sostenibile. Con RiVending bicchieri e palette del caffè, utilizzati presso i distributori automatici, possono entrare in un ciclo virtuoso di recupero e riciclo. Con l’arrivo sul territorio italiano dei primi 5 mila

News

Cori razzisti: perché il calcio italiano non reagisce?

5 Nov 2019

Dopo i cori razzisti contro Balotelli di domenica scorsa, il giudice sportivo di Serie A ha chiuso il settore Est dello stadio Bentegodi di Verona per una giornata. La società Hellas Verona ha reagito adottando una misura interdittiva nei confronti