Cronache Grilline

Ma non erano quelli dello streaming?

di Laura Landolfi, 10 Mag 2017

C’è una registrazione audio inserita su youtube con la trascrizione delle parole e rilanciata da alcuni profili Twitter nei giorni scorsi.

La conversazione a Montecitorio

A parlare in una stanza a Montecitorio, secondo quanto riportato da molti giornali, sarebbe Andrea Cottone che fa parte dello staff della comunicazione di M5S alla Camera e attorno a lui Riccardo Nuti (deputato grillino che ha ricevuto la richiesta di rinvio a giudizio per lo scandalo delle firme false a Palermo) e i deputati palermitani a lui vicini.

C’è il racconto di Addiopizzo fatto da un ex socio fuoriuscito con altre 18 persone nel 2009. Si parla di Ugo Forello avvocato leader dell’Associazione che di lì a poco sarà candidato sindaco a Palermo. Di cosa si parla? Dei compensi che Forello e un paio di legali a lui vicini avrebbero percepito nei processi innescati dalle testimonianze degli imprenditori taglieggiati. Cioè una volta convinti gli imprenditori a denunciare, si portano in questura e gli avvocati diventano automaticamente o Forello e Salvatore Caradonna. Poi Addiopizzo si costituisce parte civile e viene difesa dall’altro avvocato. Poi come parte civile i vertici dell’associazione chiedono i rimborsi. Questo sarebbe il contenuto dell’audio.

La nota del Movimento Cinque stelle

E il Movimento che fa nega? Cambia candidato? No. I paladini dello streaming e della trasparenza scrivono in una nota: Sta circolando un audio captato in maniera impropria nei locali della Camera dei Deputati lo scorso anno. Denunceremo chiunque ne divulgherà il contenuto a norma dell’articolo 615bis comma 2 del codice penale e 167 del D.lgs. 196/2003. Si tratta di una conversazione privata, di natura confidenziale”.

Tutto confermato, dunque. La conversazione c’è stata, è reale anche se il contenuto, secondo il M5s, non presuppone alcun illecito. E loro che fanno? Confermano anche la candidatura di Forello che non si può fare fuori perché non è una Cassimatis qualsiasi. Mica ha messo un like di troppo su una pagina facebook, quello sì che è grave. Queste in confronto sono quisquilie.

Il problema è che questa volta la questione non coinvolge solo il Movimento Cinque stelle ma una delle maggiori organizzazione di contrasto alla mafia che è Addiopizzo. E questo è forse è ancora peggio.

NOTIZIE CORRELATE

Cronache Grilline

Il piano di Raggi per le periferie? Zero soluzioni, restano solo i problemi

di Laura Landolfi, 12 Lug 2017

Rifiuti, roghi tossici, accampamenti di fortuna, “desertificazione commerciale”. Delle tante promesse fatte dalla giunta Raggi sulle periferie, dove i voti sono stati tanti, ben poco è rimasto se non una montagna di problemi. Tanto che ieri il clima in Commissione parlamentare

Cronache Grilline

Virginia Raggi rischia il rinvio a giudizio

di Redazione, 20 Giu 2017

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, rischia il rinvio a giudizio per le accuse di falso e abuso d’ufficio. La procura di Roma ha chiuso le indagini, atto che di norma precede la richiesta di processo, per il cosiddetto ‘pacchetto

Cronache Grilline

Fiumi e inquinamento: scompare l’Ufficio speciale annunciato dalla Raggi

di Laura Landolfi, 19 Giu 2017

Oltre ai topi, la mondezza, i gabbiani e chi più ne ha più ne metta, c’è un ulteriore elemento che si aggiunge al degrado della capitale: i suoi fiumi. A denunciare la situazione è stata Legambiente Lazio: Tevere e Aniene