Rassegna Social

La Juventus e la Serie A, il decreto sicurezza e la legittima difesa: l’ironia dei social

di Fabio Tilocca, 3 Dic 2018

Può una rassegna social che si rispetti iniziare la settimana senza parlare di calcio e di Serie A? Sì, ma questa non è certo una rassegna social che si rispetti.

 

La Juventus va a giocare a Firenze e vince in scioltezza per 3 reti a 0, staccando ancor di più il Napoli, secondo in classifica, che però dovrà giocare lunedì sera contro l’Atalanta.

 

La vittoria contro la Fiorentina può volere dire tanto. O forse non ce n’era bisogno.

 

Nel finale di Roma-Inter, terminata 2-2, Spalletti, l’ex di turno, viene allontanato dall’arbitro.

 

Pellissier, bandiera del Chievo, aveva preso una posizione forte dopo le dimissioni di Ventura, e intanto, alla soglia dei 40 anni, continua a battersi per una difficile salvezza, consentendo alla sua squadra di strappare un importante pareggio per 1-1 contro la Lazio di Ciro Immobile.

 

Sorteggiati i gironi per le qualificazioni Euro 2020: all’Italia è andata decisamente bene.

 

Ma non si vive di solo calcio, almeno così dice il nostro terapista, e per questo siamo costretti a parlarvi anche di altro: del decreto sicurezza, per esempio!

 

Avrete tanto sentito parlare del c.d. decreto Salvini ma non sapete di cosa tratti nello specifico? Ecco un semplice riassunto.

 

All’interno del decreto anche le norme che disciplinano la legittima difesa. C’è chi le attende con ansia.

 

E ora un po’ di notizie di politica in ordine sparso: cominciamo con le tessere del reddito di cittadinanza che, secondo Di Maio, sarebbero già in stampa, nonostante non ci sia ancora la norma che disciplini il reddito di cittadinanza stesso.

 

Cambiamo argomento ma restiamo in famiglia: passiamo da Luigi Di Maio al padre di Di Maio!

 

Cambiamo argomento nuovamente, ma rimaniamo nello stesso partito: visto quante prodezze sta inanellando Laura Castelli?

 

La Castelli va in televisione, le fanno delle domande sul reddito di cittadinanza, sui tassi dei mutui, e lei ha uno sguardo che sembra sempre dire “Come argomento a piacere ho la pastorizia, il terziario e la coltivazione di barbabietole da zucchero”.

 

Stavolta non cambiamo neanche partito, perché il M5S ha dichiarato guerra alle fake news. Qualcuno sembra essere rimasto un po’ perplesso.

 

Il premier Conte è al G20 e cerca di far colpo sugli altri leader.

 

Facciamo anche una piccola analisi della situazione occupazionale. Almeno noi.

 

Ma d’altronde Salvini non sembra uno attento alle minuzie.

 

È morto George Bush Senior: che cosa dire di lui?

 

E ora scusate, vi dobbiamo lasciare, ché abbiamo il ragù sul fuoco. Da sabato scorso.

NOTIZIE CORRELATE

Rassegna Social

Facebook down, Instagram down, Whatsapp down: l’ironia web di una domenica difficile

di Fabio Tilocca, 15 Apr 2019

Questa nuova settimana e questa nostra rassegna social si aprono con il ricordo di ciò che è avvenuto nel weekend: Facebook down, Instagram down e Whatsapp down!   Domenica, per diverse ore, i principali social hanno smesso di funzionare: forse

Rassegna Social

Il buco nero, il caso Cucchi, Papa Ratzinger, Candreva e la mensa: la rassegna web

di Fabio Tilocca, 12 Apr 2019

La nostra rassegna social di oggi non poteva non aprirsi con l’argomento del giorno: i buchi neri.   Se non vivete in una casa senza tv, senza internet e completamente al buio, avrete sicuramente visto la prima foto scattata ad

Rassegna Social

Il pigiama di Torre Maura, la Flat Tax, la Sea Eye e Caio Giulio Cesare Mussolini: la rassegna web

di Fabio Tilocca, 8 Apr 2019

La nostra rassegna social di oggi si apre come si era chiusa quella della settimana scorsa: con l’episodio di Torre Maura, in cui degli esponenti di CasaPound protestavano contro la presenza dei rom. Molti avevano notato uno dei manifestanti con