News

Inps: arrivano nuovi servizi online

1 Ott 2018

Tra un mese esatto, il 1° novembre 2018, aziende e consulenti potranno accedere al nuovo servizio di simulazione per il controllo telematico dei limiti temporali Cigo (Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria) e Cigs (Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria).

Lo rende noto l’Inps con il messaggio 3566/2018 che stabilisce che da novembre non sarà più necessario il file CSV. Con lo stesso messaggio l’Istituto comunica anche l’obbligo di indicare in allegato alla richiesta l’elenco dei beneficiari.

 

Il Calcolo di Cigo e Cigs

Sarà possibile con il nuovo servizio verificare e simulare il calcolo delle ore di Cigo, 52 nel biennio mobile e di 24 mesi nel quinquennio (che si alza a 30 per le imprese del settore edile e lapideo). Sarà necessario il numero di matricola, l’identificativo dell’unità produttiva, la data iniziale dell’ipotetico periodo e il numero delle settimane.

Il sistema quindi informerà circa la capienza e darà il dettaglio delle settimane conteggiate nella simulazione.

Viene quindi eliminato il file CSV che potrà essere richiesto all’Inps per completare il controllo e sarà inoltre obbligatorio indicare i nominativi dei lavoratori beneficiari, allegando alla domanda l’elenco in formato XML o CSV.

Nei primi sei mesi di transizione le aziende potranno importare i codici fiscali dei beneficiari in modo da adeguare il proprio software alle nuove regole.

 

Arriva il pagamento SisalPay

Riscatti, ricongiunzioni e rendite potranno essere pagati su tutto il territorio nazionale con il nuovo servizio SisalPay. Arriva infatti il nuovo servizio grazie alla convenzione Reti Amiche tra Inps e Sisal Group Spa.

Chi vorrà versare le rate del proprio piano di ammortamento quindi lo potrà fare presso tutti i bar, le tabaccherie e le edicole aderenti al circuito SisalPay. Quelle, in pratica, che già adesso permettono pagamenti di bollettini. Non serviranno più bollettini o altri moduli perché basterà comunicare all’operatore del bar, della tabaccheria o edicole il proprio codice fiscale e il numero della pratica. Lo stesso operatore consegnerà una ricevuta con tutti i dati inseriti che attestano il pagamento. In questo modo sarà possibile versare in contanti contributi per riscatti, ricongiunzioni e rendite recandosi semplicemente in tabaccheria o in edicola.

NOTIZIE CORRELATE

News

Fine del governo Conte I

20 Ago 2019

Il governo Conte I finisce qui e con lui lo schieramento giallo-verde. Con le comunicazioni di Conte al Senato oggi è stata sancita la fine del governo del cambiamento e del contratto stilato 14 mesi fa tra Lega e Movimento

News

La crisi di Governo e la retromarcia (su Roma) di Salvini: ironia social

19 Ago 2019

Ovunque voi siate – al lavoro, a casa a sudare o sotto l’ombrellone a godervi le vacanze – ritorna oggi la nostra rassegna social! In questo agosto sono accadute tante cose. E, come al solito, grazie al prode Salvini che

News

Raccolta differenziata in estate: le eco-regole

di Manuela Michelini, 26 Giu 2019

In base ai dati Istat nei mesi di giugno, luglio e agosto ben più di un terzo della popolazione, circa il 38%, sceglie la via delle vacanze, abbandonando la residenza abituale per godersi il meritato riposo. Parliamo di una scelta