News

Inps: arrivano nuovi servizi online

1 Ott 2018

Tra un mese esatto, il 1° novembre 2018, aziende e consulenti potranno accedere al nuovo servizio di simulazione per il controllo telematico dei limiti temporali Cigo (Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria) e Cigs (Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria).

Lo rende noto l’Inps con il messaggio 3566/2018 che stabilisce che da novembre non sarà più necessario il file CSV. Con lo stesso messaggio l’Istituto comunica anche l’obbligo di indicare in allegato alla richiesta l’elenco dei beneficiari.

 

Il Calcolo di Cigo e Cigs

Sarà possibile con il nuovo servizio verificare e simulare il calcolo delle ore di Cigo, 52 nel biennio mobile e di 24 mesi nel quinquennio (che si alza a 30 per le imprese del settore edile e lapideo). Sarà necessario il numero di matricola, l’identificativo dell’unità produttiva, la data iniziale dell’ipotetico periodo e il numero delle settimane.

Il sistema quindi informerà circa la capienza e darà il dettaglio delle settimane conteggiate nella simulazione.

Viene quindi eliminato il file CSV che potrà essere richiesto all’Inps per completare il controllo e sarà inoltre obbligatorio indicare i nominativi dei lavoratori beneficiari, allegando alla domanda l’elenco in formato XML o CSV.

Nei primi sei mesi di transizione le aziende potranno importare i codici fiscali dei beneficiari in modo da adeguare il proprio software alle nuove regole.

 

Arriva il pagamento SisalPay

Riscatti, ricongiunzioni e rendite potranno essere pagati su tutto il territorio nazionale con il nuovo servizio SisalPay. Arriva infatti il nuovo servizio grazie alla convenzione Reti Amiche tra Inps e Sisal Group Spa.

Chi vorrà versare le rate del proprio piano di ammortamento quindi lo potrà fare presso tutti i bar, le tabaccherie e le edicole aderenti al circuito SisalPay. Quelle, in pratica, che già adesso permettono pagamenti di bollettini. Non serviranno più bollettini o altri moduli perché basterà comunicare all’operatore del bar, della tabaccheria o edicole il proprio codice fiscale e il numero della pratica. Lo stesso operatore consegnerà una ricevuta con tutti i dati inseriti che attestano il pagamento. In questo modo sarà possibile versare in contanti contributi per riscatti, ricongiunzioni e rendite recandosi semplicemente in tabaccheria o in edicola.

NOTIZIE CORRELATE

News

Facebook down, Instagram down, Whatsapp down: l’ironia web di una domenica difficile

di Fabio Tilocca, 15 Apr 2019

Questa nuova settimana e questa nostra rassegna social si aprono con il ricordo di ciò che è avvenuto nel weekend: Facebook down, Instagram down e Whatsapp down!   Domenica, per diverse ore, i principali social hanno smesso di funzionare: forse

News

Brexit senza accordo, cosa fare?

2 Apr 2019

Cosa succederà se il Regno Unito dovesse uscire dall’Unione Europea senza accordo? La presidenza del Consiglio dei ministri ha pubblicato un opuscolo dal titolo Prepararsi al recesso senza accordo del Regno Unito dall’Ue il 29 marzo 2019, con informazioni sulle

News

Green jobs: cosa sono e perché sono la speranza del futuro

di Manuela Michelini, 1 Apr 2019

Le previsioni parlano chiaro. Dati alla mano entro il 2023 ogni 5 nuovi posti di lavoro in Italia 1 verrà proposto in un ambito ecosostenibile. Il settore dell’occupazione quindi si tinge di verde, sorretto dalla crescita dei cosiddetti ‘green jobs’,