Italia in cammino

Generazione Erasmus: storie ed opportunità per il futuro

di Anna Ascani, 28 Mar 2017

Il cinismo è una tentazione comune a molte intelligenze, lo diceva anche Albert Camus. È la tentazione di chi con una mano fa e con una disfa, di chi scopre una cosa bella e poi la butta in barzelletta forse per paura di crederci o che sia veramente reale. È successo un po’ questo anche a un simbolo bellissimo: la “Generazione Erasmus”.

A Perugia stimoli, domande e dubbi di una generazione

Il 25 Marzo, il giorno dopo il sessantesimo anniversario dei trattati di Roma, c’è stato un incontro tra Matteo Renzi, Maurizio Martina e la Generazione Erasmus. Che non è un’etichetta né uno stereotipo, ma è fatta di storie, vita, identità, tanta voglia di futuro, tante domande e tanti dubbi. A Perugia, città universitaria per eccellenza. Nella sala conferenze adiacente alla mensa universitaria, gremita di giovani. Tante domande, tanti stimoli, tante prospettive. Un pizzico di orgoglio per i risultati sulle politiche agricole e per il “brand Italia”.

La grande idea di cura, che fa da cornice alle richieste italiane di superare il paradigma di austerità: la cura che impone di scomputare da ogni patto di stabilità le spese per la ricostruzione post terremoto, la cura che ci ha fatto pensare a Casa Italia, un progetto di messa in sicurezza del territorio su base trentennale.

Il grande rammarico: non essere riusciti a dare risposte sufficienti a tutti quei giovani sulla cui formazione specialistica il paese ha molto investito senza riuscire a metterli in condizione di restituire nel campo della scienza, dell’innovazione, della medicina, della cura alla persona.

Un’Europa all’altezza dei sogni

E, infine, forse il momento più bello della giornata: il racconto di Valeria, ventenne che ha fatto un Erasmus in Svezia e si è trovata di fronte al bivio che il nostro tempo ci consegna e anche i recenti fatti di Londra ci pongono di nuovo con violenza davanti agli occhi. Il bivio tra la paura e l’opportunità. Valeria ha scelto l’opportunità e noi siamo con lei e con le tante Valerie: sicurezza e cultura, identità e cosmopolitismo.

Con questi valori e quest’idea di Italia, archiviamo per sempre i tristi ritornelli del “ce lo chiede l’Europa”. Non è l’Europa che ci chiede o ci impone questo o quello, ma siamo noi ad avere da dare e da chiedere: una società all’altezza dei sogni della nostra bellissima Generazione Erasmus. #InCammino con loro.

NOTIZIE CORRELATE

Italia in cammino

Olio di CBD: come utilizzarlo per il benessere del nostro organismo

20 Gen 2021

Sempre più spesso si sente parlare di CBD e di prodotti a base di questo composto, grazie alla grande diffusione che hanno avuto negli ultimi anni. Per questo motivo anche le persone che si domandano come mai il CBD sia

Italia in cammino

Tenersi in forma con l’home fitness anche in tempi di lockdown

15 Gen 2021

Il Covid19 può lasciare un segno indelebile nel corpo e nella mente di chi ne ha subito la portata. La pandemia coinvolge inevitabilmente anche chi non si è ammalato in prima persona, ma deve fare i conti e sopportare le

Italia in cammino

Aceto balsamico De Nigris: creatività in cucina

14 Gen 2021

L’Aceto balsamico di Modena IGP è molto più di un condimento: è una fonte di ispirazione e di continue sorprese per i cultori delle ricette agrodolci e per chi ama sperimentare in cucina. I migliori produttori offrono un ventaglio di