Rassegna Social

Le gaffe di Toninelli, gli spoiler di Salvini e la difesa dei Di Maio: l’ironia del web

di Fabio Tilocca, 5 Dic 2018

Noi vorremmo smettere di assillarvi con questa rassegna social, davvero, ma i politici non smettono di tirar fuori capolavori che scatenano il web. Cosa dobbiamo fare, lasciarvi all’oscuro di tutto?

 

Indovinate chi ha fatto una dichiarazione con quell’inconfondibile retrogusto di gaffe?

 

Esatto, sempre lui, il Ministro più concentrato d’Italia!

 

Toninelli forse ha solo la colpa di aver conservato vivo il bambino che è dentro ognuno di noi. Solo che quel bambino non dovrebbe avere la patente, figuriamoci fare il Ministro dei Trasporti!

 

Chissà che la scienza non riesca a trovare il modo di sfruttare questo suo superpotere…

 

Ehi, anche Babbo Natale si accoda a Toninelli! Anche se lui utilizza dei mezzi di trasporto anomali.

 

Ma Toninelli, per quanto ricco di talento, non sarà mai in grado di rubare la scena social all’uomo che una ne pensa e cento ne twitta!

 

Beh, forse dare vantaggi agli avversari non è una mossa saggia.

 

Lo spoiler di Salvini gli ha fatto guadagnare follower!

 

E qualcuno pensa di poter sfruttare le sue anticipazioni per altri fini.

 

E se incrociassimo le due notizie, cosa succederebbe?

 

Dopo il polverone nato per il caso dei lavoratori in nero nell’azienda del padre di Di Maio, lo stesso ha rilasciato delle dichiarazioni per difendere il figlio.

 

D’altronde, fare il genitore è il mestiere più difficile al mondo.

 

Ma Di Maio, il Ministro, non è rimasto con le mani in mano.

 

Ma noi crediamo al fatto che Luigi Di Maio sia realmente estraneo. A tutto.

 

Questo nuovo modo di fare politica potrebbe lasciare fuori tante persone.

 

Salvini, per la prossima manifestazione della Lega a Roma, infiamma il web con delle locandine in cui sono raffigurati suoi oppositori con il claim “Lui non ci sarà”.

 

Arrestato il successore di Riina, e nuovo capo di Cosa Nostra. Anche il quel settore pare che le modalità per fare carriera siano quelle tipiche del nostro Paese.

 

Nelle scuole di Codroipo, cittadina famosa per gli anagrammi, si scatena la polemica per l’aver cancellato ogni riferimento a culture diverse nella realizzazione del presepe. Vero o falso che sia, ci vengono delle domande.

 

Da questo punto in poi, sappiate che non siete voi che smettete di leggerci, ma noi che smettiamo di scrivere!

NOTIZIE CORRELATE

Rassegna Social

Salvini, Pamela Anderson, Toninelli e la manovra: la rassegna social

7 Dic 2018

Bentornati alla nostra sempre puntuale rassegna social: oggi –  come d’altronde spesso accade – Salvini la fa da padrone, direttamente o indirettamente.   Tante persone twittano cose riguardanti il prode Ministro dell’Interno, ma stavolta il tweet arriva da oltreoceano e,

Rassegna Social

La Juventus e la Serie A, il decreto sicurezza e la legittima difesa: l’ironia dei social

di Fabio Tilocca, 3 Dic 2018

Può una rassegna social che si rispetti iniziare la settimana senza parlare di calcio e di Serie A? Sì, ma questa non è certo una rassegna social che si rispetti.   La Juventus va a giocare a Firenze e vince

Rassegna Social

Le tessere del reddito di cittadinanza e il decreto sicurezza: la rassegna social

di Fabio Tilocca, 30 Nov 2018

A volte ritornano: noi, con la nostra rassegna social, e gli argomenti della politica (e, di conseguenza, del web). Si torna prepotentemente a parlare di reddito di cittadinanza: Di Maio ha dichiarato che sono in stampa le tessere.   Ma