News

G7: l’Europa combatta contro la catastrofe climatica

di Ermete Realacci, 13 Giu 2017

Il G7 ambiente di Bologna ha confermato, con la necessaria abilità diplomatica della dichiarazione finale a Sei più Uno, la linea emersa a Taormina: gli Usa sono isolati e i Sei andranno avanti con gli impegni sul clima assunti con l’Accordo di Parigi,  che non sono rinegoziabili.

I cambiamenti climatici in diverse parti del pianeta

I cambiamenti climatici  si manifestano già oggi in diverse parti del pianeta. Anche in Italia attraverso l’intensificarsi di fenomeni metereologici estremi.

L’arretramento dei ghiacciai negli ultimi dieci anni pari ad 800mila piscine olimpiche. La scarsità di acqua che colpisce molte aree del paese come il Lago di Bracciano, l’invaso del Bilancino in Toscana,  l’avanzare del cuneo salino in fiumi come l’Adige.

I mutamenti colpiscono sopratutto paesi più poveri e fragili, provocando tensioni e flussi migratori. Pensiamo alla regione del Lago Ciad, che confina con  Camerun, Ciad, Niger and Nigeria.  Negli ultimi trenta anni la superficie del lago si è ridotta da 25mila  kmq (più grande della Lombardia) del 1963 a meno di 2000 dei nostri giorni (più piccolo della Valle d’Aosta).

Proprio le zone a ridosso del Lago  sono diventate le roccaforti di Boko Haram.  Ed è qui che il mancato contributo degli USA al Green Fund, il fondo di 100 miliardi di dollari l’anno per aiutare le misure di adattamento e mitigazione nei paesi in via di sviluppo, potrebbe provocare più danni.

Opportunità per il futuro

Le politiche ambientali rappresentano, però,  anche una grande opportunità per il futuro. Una  sfida fondamentale dal punto di vista economico, tecnologico, sociale, geopolitico. Quando parliamo della questione climatica parliamo infatti anche di una nuova economia, basata sulle fonti rinnovabili, sul risparmio energetico, sull’economia circolare, sulla mobilità sostenibile, sull’innovazione e la qualità.

E’ una sfida in cui l’Europa vista a Taormina, quella di Merkel,  Macron e Gentiloni, può svolgere un ruolo da protagonista insieme alla Cina. Come quell’Europa che fu determinante per l’entrata in vigore del protocollo  di Kyoto, contro gli USA di Bush e senza la Cina, grazie anche alla capacità di Romano Prodi di coinvolgere la Russia.

La strada intrapresa da Macron

E’ una straordinaria occasione oggi per un rilancio politico dell’Europa. Per fare questo serve coerenza in tutte le politiche e in tutti i settori. E’ la strada che sembra aver imboccato Macron  affidando a Nicolas Hulot, noto ambientalista francese,  un Ministero di rango superiore sulla “Transizione ecologica e solidale”.

Per l’Italia un primo banco di prova è la scrittura della nuova Strategia Energetica Nazionale,  su cui è aperta una consultazione pubblica e un confronto anche in Parlamento. Occorrono obiettivi ambiziosi e praticabili:  favorire l’autoproduzione elettrica da fonti rinnovabili per cittadini, comunità e imprese, con  forte una forte riduzione degli oneri di sistema per stimolare il  mercato e rendere pienamente competitive le fonti green; abbandonare il carbone per la produzione di energia elettrica nei prossimi anni;   raggiungere entro il 2050 il 100%  di fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica.

E’ questo il percorso per un’Italia protagonista in un’Europa che torni a fare l’Europa e ambisca ad essere leader per uno sviluppo sostenibile e per il futuro.

NOTIZIE CORRELATE

News

Cos’è BAT crypto, come funziona e come usare il browser Brave

9 Mag 2022

Basic Attention Token (BAT) è la crypto ufficiale di Brave, un browser open-source progettato appositamente per massimizzare la tutela della privacy degli utenti. Brave, basato sul progetto Chromium, sta diventando sempre più popolare tra gli utenti e tra gli inserzionisti

News

Cofanetti di attività per divertirsi durante le vacanze

21 Apr 2022

La parola vacanza non significa solo relax infinito sdraiato sulla sabbia a prendere il sole: se si guardano le nuove tendenze, si noterà facilmente che sempre più persone sono alla ricerca di esperienze adrenaliniche, che vogliono passare parte del loro

News

Una gita a Napoli: cosa fare durante un viaggio nella città del Sole

18 Feb 2022

Una terra ricca di sapori e vitalità: è la bella Napoli, che ospita i suoi abitanti ma anche molti turisti per soggiorni di varia lunghezza. Trascorrete giornate tra le tradizioni e la cultura partenopea che vi catturerà tra i vicoli