News

Firme false: il disastro del M5s a Palermo

di Laura Landolfi, 23 Giu 2017

Rinviati a giudizio i quattordici indagati del M5s nell’inchiesta sulle firme false a Palermo.  Il processo comincerà il 3 ottobre davanti ai giudici della quinta sezione del tribunale di Palermo.
Fra i quattordici indagati ci sono cinque politici: i deputati Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere nel primo interrogatorio.  A processo anche i consiglieri regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, rei confessi e autosospesi dal Movimento, più gli attivisti Samanta Busalacchi, Pietro Salvino, Riccardo Ricciardi, Giuseppe Ippolito, Stefano Paradiso, Toni Ferrara e Alice Pantaleone. Rinvio a giudizio anche per un ex militante, l’avvocato Francesco Menallo, e per il cancelliere Giovanni Scarpello. L’indagine, riguarda le firme depositate dal Movimento 5 stelle a sostegno delle liste per le amministrative del 2012 nel capoluogo siciliano.

Le testimonianze

I quattordici avrebbero copiato centinaia di firme per consentire al Movimento cinque stelle di presentare in tempo la propria lista. Al meet up di San Paolo infatti le firme raccolte in un primo momento in alcuni moduli che però contenevano un errore nei dati di un candidato consigliere vennero ricopiate. Un contributo importante alla ricostruzione della vicenda è arrivato dalle testimonianze dei consiglieri regionali La Rocca e Ciaccio che hanno raccontato i momenti successivi alla notte del 4 aprile 2012.

I reati contestati, a vario titolo, dal procuratore aggiunto Dino Petralia e dal sostituto Claudia Ferrari sono il falso e la violazione di una legge regionale del 1960 che recepisce il testo unico nazionale in materia elettorale.

I  vari scandali che hanno coinvolto il movimento palermitano, come quelli riguardanti il candidato sindaco Forello sul quale girava online una registrazione degli stessi cinque stelle che lo accusavano di incassare soldi per le cause da lui sostenute in per Addiopizzo o, ancora, per le società di famiglia in possibile conflitto di interessi, hanno fatto sì che i grillini perdessero rovinosamente le ultime amministrative.

NOTIZIE CORRELATE

News

Cos’è BAT crypto, come funziona e come usare il browser Brave

9 Mag 2022

Basic Attention Token (BAT) è la crypto ufficiale di Brave, un browser open-source progettato appositamente per massimizzare la tutela della privacy degli utenti. Brave, basato sul progetto Chromium, sta diventando sempre più popolare tra gli utenti e tra gli inserzionisti

News

Cofanetti di attività per divertirsi durante le vacanze

21 Apr 2022

La parola vacanza non significa solo relax infinito sdraiato sulla sabbia a prendere il sole: se si guardano le nuove tendenze, si noterà facilmente che sempre più persone sono alla ricerca di esperienze adrenaliniche, che vogliono passare parte del loro

News

Una gita a Napoli: cosa fare durante un viaggio nella città del Sole

18 Feb 2022

Una terra ricca di sapori e vitalità: è la bella Napoli, che ospita i suoi abitanti ma anche molti turisti per soggiorni di varia lunghezza. Trascorrete giornate tra le tradizioni e la cultura partenopea che vi catturerà tra i vicoli