Italia al Lavoro

Debunking/ È vero che ci sono più giovani disoccupati di qualche anno fa?

6 Feb 2018

Un incremento del 58,4 % del tasso di occupazione registrato a novembre 2017. Il dato chiaro e inconfutabile fornito dall’Istat racconta un record storico: numeri così alti non si registravano dal 1977. Più lavoro, più occupazione soprattutto nella fascia di età compresa tra i 15 e i 24 anni. Lo stato di crisi, anche sociale, legato alla mancanza di occupazione giovanile sembra rientrato: basta cervelli in fuga e stop anche alla disperazione generata dall’assenza di lavoro per i giovani laureati.

Novembre da record: scende il tasso di disoccupazione giovanile

Un mese da record quello dell’anno appena trascorso e rappresentativo degli ultimi dati pubblicati. Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni a novembre è sceso al 32,7%, in calo di 1,3 punti rispetto a ottobre. Sempre nella categoria giovani il tasso di occupazione è al 17,7% con un aumento di 0,5 punti rispetto a ottobre e di 1,4 punti rispetto a novembre 2016. Picchi di crescita notevoli soprattutto se si tiene conto dello stallo in cui il mercato del lavoro è rimasto impantanato negli ultimi anni.

I dati forniti dall’Istat dimostrano un cambio di rotta importante

Un cambio di rotta importante che fornisce dati significativi anche all’interno di un discorso più globale di disoccupazione, quindi in riferimento ad una fascia di età che comprende anche lavoratori adulti e non solo giovani. I dati, forniti dall’Istat, indicano che il tasso di disoccupazione a novembre è sceso invece all’11% dall’11,1% di ottobre, al livello più basso dopo settembre 2012: il tasso è diminuito di un punto percentuale rispetto a novembre 2016. A novembre gli occupati crescono di 65mila unità e arrivano a quota 23,18 milioni.

 

NOTIZIE CORRELATE

Italia al Lavoro

Quale formazione fare dopo la laurea?

25 Ago 2020

La specializzazione professionale è una vera e propria esigenza dell’attuale mercato del lavoro, a prescindere dal settore. Le richieste di professionalità sono diventate davvero selettive e spesso la sola formazione universitaria non è sufficiente. Ad accentuare questa situazione troviamo sicuramente

Italia al Lavoro

Euromobility: i dati sullo smartworking in Italia

di Manuela Michelini, 30 Lug 2020

Fra i contenuti del Decreto Agosto, che intende fornire il giusto impulso alla macchina produttiva del Paese, troviamo la proroga delle procedure semplificate per lo smart working. A confermarlo è il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri che ha

Italia al Lavoro

Sanificazione ambientale: l’aiuto delle tecnologie

17 Apr 2020

Vivere in un ambiente sano e sicuro, dove non stazionano germi e batteri, è una necessità fondamentale per godere di buona salute. Oggi la ricerca di questa condizione è resa ancor più ferrea dal livello raggiunto dalla pandemia da Coronavirus.