Rassegna Social

La bocciatura UE, Salvini, Babbo Natale e Silvia Romano: la rassegna social

23 Nov 2018

La settimana è quasi finita ma per la politica e per il web non esista sosta. Veniamo qui, con questa nostra rassegna social, a ragguagliarvi sulle ultime novità.

 

Attendevamo il giudizio della Commissione Europea sulla manovra del Governo, e quel giudizio è arrivato.

 

Dopo l’ennesima bocciatura della manovra del Governo, la situazione italiana ad alcuni appare alquanto complicata.

 

Ricordate quando con entusiasmo Di Maio aveva sostenuto di aver sconfitto la povertà? Forse, come fossimo in Champions, c’era anche la partita di ritorno.

 

Dopo la bocciatura dell’Europa, Salvini ha dichiarato di aspettare la letterina di Babbo Natale.

 

Il Ministro Salvini forse dimentica che Babbo Natale le letterine di solito le riceve, non le invia.

 

Ma se fosse stato il Ministro leghista ad inviare la letterina a Babbo Natale, cosa sarebbe successo?

 

A quanto pare l’eco della dichiarazione di Salvini è giunto fin nel profondo Nord!

 

Qualcuno fa notare che il signore panciuto e vestito di rosso, in realtà, ha delle caratteristiche che mal combaciano con gli ideali leghisti.

 

Intanto per la Lezzi la bocciatura europea sarebbe colpa dei Governi precedenti. Una teoria molto in voga nel nostro modo di fare politica, e anche un modo per utilizzare una frase diversa dall’ormai classico “E allora il PD?”

 

Una cooperante italiana è stata rapita in Kenya e Gramellini, in un suo articolo, definisce il sentimento che spinge ad andare in un Paese a cercare di aiutare le persone “smanie di altruismo”.

 

L’attuale situazione politica ed economica pare abbia un po’ indurito i sentimenti di molte persone, anche nelle cose più piccole.

 

Sul web diverse persone hanno sostenuto che Silvia Romano, questo il nome della ragazza rapita, avrebbe dovuto evitare di andare proprio lì.

 

Il web è un mondo fantastico. E anche il mondo è un web fantastico. Ci sono delle teorie piuttosto difficili da conciliare: se vengono qui dobbiamo aiutarli a casa loro, ma chi li aiuta a casa loro un po’ “se l’è andata a cercare”. Che la soluzione sia un’altra?

 

Sono stati in tanti a criticare l’articolo di Gramellini, e ci piaceva utilizzare questo sempre utile paragone calcistico.

 

Facciamo una considerazione su altre dichiarazioni – ormai piovono da ogni dove – riguardanti le donazioni di sangue volontarie ma obbligatorie, che fanno il paio con l’obbligo flessibile ipotizzato per i vaccini.

 

E anche per questa settimana il nostro lavoro è terminato: ce la farete ad attendere fino a lunedì per la prossima rassegna social?

NOTIZIE CORRELATE

Rassegna Social

Facebook down, Instagram down, Whatsapp down: l’ironia web di una domenica difficile

di Fabio Tilocca, 15 Apr 2019

Questa nuova settimana e questa nostra rassegna social si aprono con il ricordo di ciò che è avvenuto nel weekend: Facebook down, Instagram down e Whatsapp down!   Domenica, per diverse ore, i principali social hanno smesso di funzionare: forse

Rassegna Social

Il buco nero, il caso Cucchi, Papa Ratzinger, Candreva e la mensa: la rassegna web

di Fabio Tilocca, 12 Apr 2019

La nostra rassegna social di oggi non poteva non aprirsi con l’argomento del giorno: i buchi neri.   Se non vivete in una casa senza tv, senza internet e completamente al buio, avrete sicuramente visto la prima foto scattata ad

Rassegna Social

Il pigiama di Torre Maura, la Flat Tax, la Sea Eye e Caio Giulio Cesare Mussolini: la rassegna web

di Fabio Tilocca, 8 Apr 2019

La nostra rassegna social di oggi si apre come si era chiusa quella della settimana scorsa: con l’episodio di Torre Maura, in cui degli esponenti di CasaPound protestavano contro la presenza dei rom. Molti avevano notato uno dei manifestanti con