News

Assembler contro foto e video manipolati

11 Feb 2020

Le nuove tecnologie permettono di manipolare e rendere sempre più realistici foto e video. Creare immagini false è sempre più facile, per questo il colosso di Mountain View ha messo a punto Assembler, una piattaforma sperimentale sviluppata da Jigsaw e Google Research che aiuterà giornalisti e fat checker ad individuarle, prevenendo la diffusione di disinformazione.

Immagini False: Come funziona Assembler

La verifica delle immagini è possibile attualmente attraverso diversi strumenti il cui utilizzo può richiedere anche molto tempo. Assembler intende accelerare il processo di scannerizzazione e identificazione di eventuali manipolazioni, rendendo più veloce e facile l’opera di verifica dell’autenticità delle immagini.

Per analizzare una foto o un video bisogna innanzitutto rispondere a domande del tipo:

  • Quando è stata pubblicata la prima volta?
  • Quale il contesto?
  • Chi l’autore?

Il tool intende riassumere tutti gli strumenti in grado di rispondere a queste domande. In particolare a quella di base: è possibile individuare eventuali ritocchi? Domande che fino a questo momento trovavano risposte solo attraverso l’utilizzo di strumenti diversi tra loro (e non sempre disponibili a titolo gratuito).

Molto spesso inoltre, i rivelatori pensati per identificare le immagini ritoccate tramite copia e incolla, di solito non riescono a rilevare una manipolazione della luminosità e viceversa.

Assembler è un rivelatore sperimentale “ensemble model” che utilizza i segnali provenienti da diversi rivelatori. Effettua contemporaneamente un’analisi della correzione di luminosità, attività di copia-incolla di pixel e individua manipolazioni realizzate con StyleGan, algoritmo in grado di creare volti umani molto vicini alla realtà.

Fatte queste verifiche, Assembler restituisce all’utente il calcolo delle probabilità che un’immagine possa essere stata manipolata con risultati sempre più accurati di qualsiasi singolo rivelatore.

Il team di Assembler

La piattaforma è stata sviluppata da un gruppo internazionale composto da ricercatori della University of Maryland, dell’Università Federico II di Napoli e della University of California Berkeley, con il contributo di Google Research.

Jigsaw è il team che ha prodotto Assebler mettendo a punto tecniche di Intelligenza Artificiale per individuare contemporaneamente i diversi fattori di alterazione e falsificazione delle immagini.

Assembler contiene varie tecniche e metodi di rilevazione già esistenti, riunendole però in un’unica azione permettendo così di individuare eventuali manipolazioni e falsificazioni che sfuggono ad occhio nudo.

Attualmente la piattaforma è adottata in via sperimentale da una decina di blog e di testate giornalistiche di tutto il mondo come Agence France-Press. Non si tratta ancora della soluzione definitiva alla lotta delle fake news ma sicuramente un passo avanti al contrasto delle immagini e dei video manipolati che purtroppo spopolano on line.

NOTIZIE CORRELATE

News

Anthosart Green Tool: per sviluppare aree verdi sostenibili in città

di Manuela Michelini, 27 Mag 2020

Chi ha a cuore l’ambiente oggi dispone di un nuovo strumento, consultabile gratuitamente, per far crescere il verde in città. Si tratta di Anthosart Green Tool, proposta open data sviluppata a quattro mani da ENEA e Forum Plinianum onlus per

News

Covid 19, il lockdown e la ripartenza, la sfiducia a Bonafede e la situazione in Lombardia: ironia web

di Fabio Tilocca, 22 Mag 2020

Bentornati alla nostra rassegna social e buona fase 2 a tutti! Dal 18 maggio siamo un po’ più liberi ma forse il lockdown, sotto certi aspetti, non era poi così male.   Il 17, invece, si è celebrata la giornata

News

Rifiuti elettronici: 5 mosse per smaltirli in modo sostenibile

18 Mag 2020

Il Coronavirus non ha cancellato i buoni propositi e soprattutto le buone pratiche in fatto di smaltimento dei rifiuti. Oggi, grazie ai consigli di Ecolight, il consorzio nazionale per la gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, pile e