News

App per il fitness: i personal trainers sempre con te

10 Nov 2018

La tecnologia nasce per soddisfare ed ottimizzare al meglio la vita dell’individuo, in tutte le sue attività. Se all’inizio l’attenzione maggiore è stata rivolta all’aspetto lavorativo, con l’introduzione delle prime macchine industriali, ai giorni d’oggi l’aspetto innovativo, portato soprattutto dall’informatica, entra letteralmente nelle nostre tasche, andando ad influire sugli aspetti e gli interessi più disparati della vita quotidiana: le app per il fitness, ne sono un esempio.

Il fitness diventa touch

Chi di noi non si è mai ripromesso almeno una volta nella vita di cominciare a fare attività fisica in modo costante e duraturo? E quanti hanno rinunciato all’idea per mancanza di tempo (leggi pigrizia), o per la paura di non ottenere risultati, sprecando denaro? A questi blocchi ancora una volta l’innovazione tecnologica ha dedicato tempo e risorse, sviluppando soluzioni comode, interattive ed efficaci alla portata di tutti.

Sebbene le app per il fitness non possano sostituire completamente il lavoro “face to face” svolto da un personal trainer, o un istruttore di palestra, queste applicazioni hanno il merito di invogliare chiunque sia motivato ad avvicinarsi al mondo del fitness e del benessere psico-fisico.

Il fitness, quindi, diventa touch e con un semplice tocco sullo smartphone il mondo del wellness si apre nelle nostre mani, facendoci conoscere l’ebrezza del successo condividendolo con un’intera comunity che, come te, ogni giorno segue i consigli e le video lezioni comodamente da casa o all’aria aperta, in qualsiasi parte del mondo.

Ad ognuno la propria App

Che si possegga uno smartphone Android o un dispositivo iOs, non ci sono scuse che tengano, nello store troveremo l’app più adatta alle nostre esigenze.  Basterà indossare una tuta e scegliere l’app che più si addice ai nostri obiettivi, il resto è solo questione di volontà.

Ok, tutto bello. Ma quale app fa più al mio caso? Proviamo a rispondere a questo dubbio, illustrando alcune delle app per fitness più accreditate ed affidabili: la salute deve essere sempre preservata, ricordiamolo sempre!

 

Le top App per il Fitness

La più conosciuta dagli amanti del fitness e del wellness è Runtastic, o meglio l’insieme delle app messe a disposizione da questo dipartimento Adidas. Sotto questo marchio si colloca una costellazione di applicazioni rivolte al campo del benessere fisico: le maggiori sono Runtastic Steps Contapassi, Runtastic Result e Runtastic Corsa e Fitness.

Punti di forza di questo prodotto sono la stretta connessione con Google Fit su Android o con l’app Salute di iOS, le video lezioni in Runtastic Result e la possibilità di condivisione su facebook, in modo da poter ricevere incoraggiamenti da parte dei tuoi amici e condividere le emozioni provate durante l’allenamento che, mediante Runtastic Corsa e Fitness, amplia in suo raggio d’azione anche verso gli sport.

Il maggiore competitor di Adidas, Nike, poteva stare a guardare? Certo che no! Ed ecco la seconda app che ci sentiamo di segnalare: Nike Training Club, un must per gli amanti dell’allenamento.

L’app della virgola più famosa in ambito sportivo, mette in campo gratuitamente workout realizzati da professionisti cuciti addosso alle esigenze degli utenti, mettendo a disposizione video guide in italiano con una ampia serie di programmi di fitness.

La pancia si combatte a tavola, non solo in palestra

Poteva mancare l’app che prendesse in considerazione le abitudini alimentari? Ovviamente (e giustamente) no. Con MyFitness Pal si potrà comporre il proprio diario alimentare, in maniera tale da rispettare una dieta che tenga conto delle calorie assunte e smaltire quelle in eccesso grazie ai consigli sportivi indicati dal coach.

Perché non fare fitness insieme ai propri bambini?

Sworkit, ovvero Simply Work It (Semplicemente fallo!), è l’app che facilita l’apprendimento dell’importanza dell’attività fisica ai bambini, i quali avranno a disposizione dei programmi di allenamento spiegati da veri Personal Trainer, in maniera semplice. Naturalmente esiste al proprio interno anche la versione per adulti.

App per lo stretching

Della stessa famiglia della precedente, segnaliamo Sworkit Stretching, l’app per iOs dedicata allo stretching totale, parziale ed al pilates che ci suggerisce il numero di esercizi di allungamento da svolgere a seconda del tempo da noi indicato.

Le app per i professionisti ed i body builder

Stronglifts 5×5.  Il nome fa già intuire il concetto sul quale si basa questa applicazione: l’allenamento 5×5.  Con quest’app si avranno tre allenamenti a settimana indicanti quali, quanti ed il carico con cui svolgere le serie.

In ultimo, ai professionisti segnaliamo Freeletics Bodyweight. L’allenamento a corpo libero, che ammette al massimo barre per la trazione, mettendo alla prova l’utente con workout a corpo libero intenso e regolare.

 

In conclusione

Con questo breve elenco di app per il fitness abbiamo cercato di dare un quadro generale delle applicazioni sviluppate per soddisfare la voglia di wellness. A questo elenco potremmo aggiungere anche quella messa a disposizione dalla tua palestra, che magari non conosci.

Buon allenamento!

NOTIZIE CORRELATE

News

Satana e il riscaldamento globale, la Serie A, la Roma e la Lazio: l’ironia dei social

10 Dic 2018

Oggi, pur essendo lunedì, invece di iniziare la nostra rassegna social col calcio e col weekend di Serie A, parliamo di una dichiarazione che ha stuzzicato il web.   Se il riscaldamento globale, come sostiene Ceresani, è colpa di Satana,

News

Salvini, Pamela Anderson, Toninelli e la manovra: la rassegna social

7 Dic 2018

Bentornati alla nostra sempre puntuale rassegna social: oggi –  come d’altronde spesso accade – Salvini la fa da padrone, direttamente o indirettamente.   Tante persone twittano cose riguardanti il prode Ministro dell’Interno, ma stavolta il tweet arriva da oltreoceano e,

News

Acqua bene comune: come farne un uso consapevole

di Manuela Michelini, 4 Dic 2018

L’acqua è il bene comune da salvaguardare, la risorsa più preziosa fra quelle di cui disponiamo in natura. Si tratta di un bene da salvaguardare assolutamente soprattutto considerando le necessità future.   In Italia il consumo medio di acqua potabile