News

Lettera a un genitore no vax: “Giù le mani dai bambini”, non solo dai tuoi

di Valeria Treré, 12 Lug 2017

Pubblichiamo la lettera di una mamma in risposta ai genitori no-vax che, in vesti arancione hare krishna, si sono radunati ieri davanti all’entrata di Palazzo Madama e, inneggiano al grido “libertà libertà” e “giù le mani dai bambini”, hanno manifestato contro l’approvazione del dl vaccini in votazione al Senato. 


Caro genitore no vax,

il tuo diritto di manifestare il tuo pensiero è sacrosanto, ma sui vaccini ti pregherei di tener presente qualche punto di verità. 

La libertà non può danneggiare il prossimo


La tua libertà inizia dove finisce la mia: ti puoi permettere di non vaccinare tuo figlio solo perché io vaccino il mio. Se tutti i genitori decidessero di esprimere la loro libertà non facendo fare ai propri figli i vaccini principali, torneremmo ai tempi non lontani in cui un bambino su tre non raggiungeva gli 8 anni e questa era cosa vissuta dalla società come normale. Peccato – aggiungo – che, a differenza di quei tempi in cui le mamme sfornavano 7-8 figli in 10 anni, oggi è tanto se si arriva a potersene permettere due.

La medicina è una scienza, il complottismo no


Medicina e statistica sono due scienze. Statisticamente i vaccini hanno salvato e salvano la vita di migliaia di bambini. Non sono una scienza, invece, le dietrologie complottistiche e farneticanti su poteri forti, case farmaceutiche, fantasmi e ufo.

Se non vaccini tuo figlio puoi uccidere il figlio di qualcun altro

Ultimo punto, che poi è forse il più importante. Ci sono bambini che non  possono essere vaccinati. “NON POSSONO”, non “i loro genitori NON VOGLIONO”: sono bimbi immunodepressi e affetti da patologie gravi, tumori ma non solo. Sono bimbi che vanno protetti, per la cui vita tutti noi dobbiamo lottare. La maggior parte delle persone che oggi manifestano il loro sdegno per questo provvedimento è però costituita da genitori di bambini SANI. E mi ripeto: sani anche perché, tra altri, anche i miei bimbi sono stati vaccinati e io e il loro papà, come tante altri papà e mamme, abbiamo superato i nostri timori e abbiamo tenuto fermo il loro piccolo braccino di 3 mesi per fargli iniettare l’esacocktail e altro. Ogni volta che si decide di non vaccinare un bambino sano aumenta il rischio di contagio per quei bambini già così duramente colpiti dal destino.

Caro genitore no vax, anche io grido: “Libertà” e “Giù le mani dai bambini”… Da tutti i bambini però, non solo dai tuoi.


#EveryChildisMyChild

 

NOTIZIE CORRELATE

News

Crowdfunding: in Italia una crescita quasi miracolosa

di Giovanni Arestia, 18 Lug 2017

Crowdfunding digitale, ovvero: il finanziamento collettivo. Negli ultimi anni si è sviluppato in modo esponenziale: è sfruttato da gruppi di persone per sostenere il lavoro o le cause di singoli, di aziende o organizzazioni. Con l’avvento di Internet e dei

News

Bitcoin: come funzionano le criptovalute, il futuro e i rischi

di Giovanni Arestia, 14 Lug 2017

Negli ultimi anni, in rete, stanno prendendo sempre più potere le cosiddette criptovalute ovvero delle valute paritarie, decentralizzate digitalmente la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta in sé. Esse

News

Cyber dipendenza: quando la tecnologia ci rovina la vita

di Giovanni Arestia, 12 Lug 2017

La Cyber dipendenza, o dipendenza tecnologia, è l’altra faccia della tecnologia, che da una parte ci facilita la vita, dall’altra può compromettere gravemente le nostre capacità relazionali. Cosa significa essere dipendenti da qualcosa? Le “dipendenze patologiche” si definiscono tutte quelle