Blog

Punire l’apologia di fascismo è “liberticida”? Il M5s sfida la logica

di Tommaso Beccatti, 10 Lug 2017

Un paio di giorni fa  abbiamo tutti riso e scherzato – qualcuno si è persino indignato – sull’infelice card tratta dal libro di Matteo Renzi e poi pubblicata dalla pagina Facebook del Partito Democratico: uno goffo post, una sintesi sbagliata mal riuscita di un pensiero complesso che in realtà non è per nulla sbagliato (per altro già applicato con successo fin dal 2014 dai governi a guida democratica, con l’aumento dei fondi per la cooperazione internazionale).

Opposizione schierata conto legge che punisce apologia di fascismo


Oggi invece succede una cosa diversa, che non riguarda il web, ma la vita vera: mezzo Parlamento si compatta contro la proposta per punire l’apologia dell’ideologia fascista (tra l’altro anche con intelligenti riferimenti contro la propaganda nazifascista su internet, che chiunque sia stato su Facebook per più di 5 minuti in vita sua, sa perfettamente essere molto florida). Questa volta però non si tratta di un post, di un tweet o di uno stralcio di libro. Questa volta si parla di realtà, di leggi vere. Oltretutto in un momento in cui le destre radicali stanno rialzando la testa in varie parti del Paese. Eppure tutto o quasi tace, non crea scandalo, è da considerarsi normale.

Forza Italia e la provocazione sul comunismo


Tra i partiti che si oppongono figurano differenti sfumature: la prima, quella di Forza Italia, che di fronte a questa proposta chiede, anche se provocatoriamente, lo stesso trattamento anche per la propaganda comunista. “Ogni ideologia pericolosa per la democrazia andrebbe ostacolata” dicono i forzisti. Bella sarebbe la politica del dialogo, se poi venisse perseguita per davvero, che potrebbe portare a leggi ancora migliori delle proposte di partenza!

La Lega contro la Legge Mancino


La seconda frangia di oppositori alla proposta di legge è composta invece dalla Lega, che non solo promette di votare contro questa proposta, ma addirittura di cancellare la Legge Mancino del ’93 sui reati d’odio. (Probabilmente Marine Le Pen starà iniziando a pensare di essere troppo moderata per stare nello stesso partito europeo…).

Il M5s e la bufala della legge ‘liberticida’


Poi c’è anche una terza categoria, costituita dal M5S. Questa a parer mio risulta ancora peggiore della seconda, perché mentre Salvini non si vergogna ad ammettere che, in fondo, a lui certi metodi “poco ortodossi” non dispiacciono poi così tanto (così da farsi riconoscere da coloro che invece la pensano diversamente), i grillini si nascondono dietro l’affermazione sibillina e illogica che la legge sia “liberticida”, fingendo ancora una volta di porsi come paladini della libertà di espressione.

Come? Quindi una legge che ostacola propagande pericolose per la libertà sarebbe liberticida? Ma solo io vedo un cortocircuito logico grande come una casa? Decidetevi: o sostenete la libertà o sostenete il fascismo. Non si può sostenere entrambi, ve lo assicuro.
Non puoi essere liberale e poi permettere che agiscano indisturbati movimenti che come obiettivo hanno quello di abolire la libertà stessa. Temo che oltre alle ripetizioni di geografia, storia e grammatica, qui servano con urgenza anche delle rinfrescate di logica di pensiero!

In ogni caso almeno sembra ormai chiara una cosa: dopo il no alle Unioni Civili, il no allo Ius Soli, la melina sul testamento biologico e questo ultimo no all’apologia del fascismo, appare più che evidente che il M5S diceva la verità. Loro non sono né di destra, né di sinistra. Ma soprattutto “né di sinistra”.

Studia Economia Aziendale e Management presso Università Bocconi

NOTIZIE CORRELATE

Blog

Commentario/Proposta semiseria rivolta agli amici renziani

di Luciano Scalia, 23 Lug 2017

Parevano disgrazie erano opportunità. Tuoni, fulmini, nere nubi si addensano sul nostro Partito e sul suo segretario. Una folta schiera di imbonitori di tutte le razze – giornali e giornalisti, telegiornali e commentatori, politici e politicanti, troll,  cassandre e grilli

Blog

Commentario/Matteo Renzi, “Avanti” e fenomenologia della stampa

di Luciano Scalia, 14 Lug 2017

Lo dichiaro: ho passato una giornata prima ad ascoltare la conferenza stampa di Matteo Renzi per la presentazione del suo libro, e poi a seguire la trasmissione di Enrico Mentana con il segretario come ospite. “Masochista”,  direte voi! Ho fatto

Blog

Commentario/Se Israele diventa il bersaglio dei fascisti e dell’Unesco

di Luciano Scalia, 10 Lug 2017

Fascisti e Unesco corrono il rischio di diventare due facce della stessa medaglia. Mi chiederete: ma che c’entra l’UNESCO con i fascisti? Come saprete Punta Canna è uno stabilimento balneare, con tanto di licenza, sulla spiaggia di Chioggia. Il titolare,