Cronache Grilline

Il grande complotto per pulire Roma

di Laura Landolfi, 12 Mag 2017

Se la triste vicenda della sporcizia romana non creasse allarme per la salute dei suoi abitanti, le affermazioni di Luigi Di Maio sembrerebbe una boutade. Secondo il rappresentante del Movimento Cinque stelle, nonché vicepresidente della Camera, a Roma non c’è nessun problema rifiuti, giusto pochi cassonetti pieni. Cogliendo di sorpresa il pubblico della trasmissione Di martedì che si chiedeva esterrefatto in quali città vivesse.

Purtroppo però c’è poco da ridere, perché persino la ministra della Salute Lorenzin ha lanciato l’allarme: “La situazione è serissima. E’ un fatto igienico sanitario, sfido qualsiasi romano: ci passano davanti a qualsiasi ora del giorno e della sera. Abbiamo avuto segnalazioni di piu’ morsi. Ma non ci sono solo i topi, ci sono le infezioni portate dai gabbiani, le blatte”.

Correre ai ripari

Per questo motivo il Partito democratico ha deciso di correre ai ripari, così Matteo Renzi durante l’Assemblea del partito ha lanciato l’iniziativa Magliette gialle per ripulire la capitale domenica 14 maggio. Un primo passo per far sì che i romani riprendano possesso della loro città.

A quel punto i rappresentanti del Movimento Cinque stelle, si penserà, si saranno messi le mani nei capelli per non averci pensato prima, per il disastro che hanno combinato.

Si saranno dannati? Fatti un esame di coscienza? Nulla di tutto questo.

Hanno capito che si tratta di un boicottaggio: Attenzione, dice il deputato grillino Massimo Baroni  su Facebook “E’ partito l’ordine”, si legge nel post che aveva rilanciato il parlamentare, “di sporcare la città”.

E sì cari grillini, è vero. C’è un enorme complotto in atto. Quello architettato dai romani per ripulire Roma.

NOTIZIE CORRELATE

Cronache Grilline

Il piano di Raggi per le periferie? Zero soluzioni, restano solo i problemi

di Laura Landolfi, 12 Lug 2017

Rifiuti, roghi tossici, accampamenti di fortuna, “desertificazione commerciale”. Delle tante promesse fatte dalla giunta Raggi sulle periferie, dove i voti sono stati tanti, ben poco è rimasto se non una montagna di problemi. Tanto che ieri il clima in Commissione parlamentare

Cronache Grilline

Virginia Raggi rischia il rinvio a giudizio

di Redazione, 20 Giu 2017

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, rischia il rinvio a giudizio per le accuse di falso e abuso d’ufficio. La procura di Roma ha chiuso le indagini, atto che di norma precede la richiesta di processo, per il cosiddetto ‘pacchetto

Cronache Grilline

Fiumi e inquinamento: scompare l’Ufficio speciale annunciato dalla Raggi

di Laura Landolfi, 19 Giu 2017

Oltre ai topi, la mondezza, i gabbiani e chi più ne ha più ne metta, c’è un ulteriore elemento che si aggiunge al degrado della capitale: i suoi fiumi. A denunciare la situazione è stata Legambiente Lazio: Tevere e Aniene